Home » Baciamoci tanto, tanto
Cultura

Baciamoci tanto, tanto

eduard-munch-bacio-con-finestra-18922

La storia del bacio. Viaggio all’interno di un sentimento e di un gesto, Odoya ed. è un libro molto interessante e ricchissimo di aneddoti e storielle dedicate al bacio, scritto da Adriano Bassi, (direttore d’orchestra e scrittore),“Quale significato ha il bacio nelle diverse epoche e nelle diverse culture?

Come lo percepiamo e consideriamo? È un gesto spontaneo o il prodotto della civiltà e dell’uomo?
Sacro o terreno, ufficiale o informale, il bacio porta alla mente di ognuno ricordi e momenti di affetto e di desiderio, di omaggio e tradizione.
La Storia del bacio, attraverso testimonianze letterarie, pittoriche e musicali, ricostruisce la storia e la simbologia di un gesto che da sempre fa sognare milioni di persone ogni giorno e che continua a offrire a poeti e artisti lo spunto per creare capolavori capaci di scandire la nostra vita e il nostro tempo. In Occidente il bacio fa parte di un linguaggio e di un’espressione corporea, essenza di mille pensieri e mille frasi non dette, ma in altre culture (in Polinesia o in Madagascar, ad esempio) la manifestazione di un sentimento avviene attraverso gesti differenti. Una passeggiata tra usi e costumi del mondo.A New York Mama Gena, maestra di fascino, ha aperto una scuola per insegnare il bacio perfetto. Il costo? Cinquecento euro al giorno, mille per corrispondenza.La Storia del bacio è la storia di un’emozione che si distende attraverso i secoli, dall’antichità a oggi, dal bacio traditore di Giuda a quelli tagliati nel Nuovo Cinema Paradiso di Tornatore, da Paolo e Francesca della Divina Commedia a Via col vento, e a tutti quei film nei quali il bacio si fa ardente e compare la dissolvenza.”Pochi sanno, per esempio, che saper baciare è un’arte.
E non solo. Alcuni scienziati stanno lavorando per capire quanto la qualità del primo bacio possa essere rivelatrice della futura serenità di una coppia. A quanto pare il 66% delle donne e il 55 % degli uomini decidono se continuare un rapporto amoroso in base al primo contatto. Di più. Un bacio rivela il potenziale riproduttivo perché la saliva permetterebbe al cervello di capire se la controparte è portatrice di ormoni «forti».

Il bacio. I più bei momenti d’amore nel cinema, nell’arte, nella poesia di Birgit Krolls
Il primo bacio, baci rubati, baci di addio, baci materni, baci gay, baci clandestini, baci tra amici… un bacio non è mai soltanto un bacio, perché racchiude un significato unico. Questo volume vuole rendere omaggio al gesto d’amore per eccellenza attraverso una galleria di più di 150 baci, scelti tra quelli del cinema, della TV, dell’arte e della vita quotidiana.
Dal mitico bacio tra Marilyn Monroe e Tony Curtis in A qualcuno piace caldo a quello dolcissimo tra Audrey Hepburn e George Peppard in Colazione da Tiffany, dal controverso bacio saffico tra Madonna, Christina Aguilera e Britney Spears durante gli MTV Music Awards del 2003 al raffinato, prezioso bacio dipinto da Klimt.
Ogni immagine rappresenta un momento speciale, accompagnata da citazioni, poesie, aforismi, canzoni che celebrano il bacio in ogni sua forma.Troviamo questa ricetta dei Baci di dama su Il cucchiaio d’argento uno tra i più famosi libri italiani di cucina Ingredienti

•    100 g di farina
•    100 g di fecola
•    100 g di burro
•    70 g di zucchero a velo
•    70 g di mandorle spellate
•    30 g di zucchero semolato
•    1 uovo
•    crema gianduia

Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente. Tritate finemente le mandorle con lo zucchero semolato. In una ciotola lavorate a crema il burro, incorporatevi la farina, la fecola, lo zucchero a velo, le mandorle tritate e l’uovo. Mescolate fino a ottenere un impasto omogeneo di media consistenza. Dividetelo in circa 50/60 palline tutte uguali e schiacciatele appena. Disponetele sulla placca da forno imburrata e cuocete in forno caldo a 170° per circa diciotto-venti minuti. Ritirate, lasciate raffreddare, poi unite due a due i “baci” fissandoli tra loro con un po’ di crema di gianduia.
Sistemate ogni coppia in un pirottino di carta e disponeteli a cerchi concentrici o in file diagonali sul piatto di servizio.

Per saperne di più
I “baci di dama” sono una specialità piemontese, anzi di Tortona, in provincia di Alessandria. La ricetta originale risale alla metà dell’Ottocento e fu inventata da un cuoco di casa Savoia. Sembra che Vittorio Emanuele II una sera avesse chiesto al cuoco un dolcetto diverso dal solito. Nella dispensa c’erano in quel momento solo mandorle, armelline (mandorle amare), nocciole, zucchero e burro. Oggi, il cioccolato può essere sostituito dalla marmellata.

Il bacio, l’amore nell’arte, è uno stupendo catalogo libro edito Rizzoli, di Serge Bramly romanziere, critico d’arte, fotografo, nato da un’idea del produttore cinematografico e collezionista d’arte Jean Culon.

Preliminari, baci e ancora baci, il bacio nella mitologia, Eros c’est la vie, i baci di Zeus, i baci di Maria, il bacio in quanto tale, la vera natura del bacio, Bacio di vita e bacio di morte, il bacio cannibale, il bacio nell’era della fotografia, bacio libero, l’illecito, baci senza fine… una carrellata di parole ed arte e le fotografie di centocinquanta capolavori raffiguranti il simbolo della passione, dell’amore, dell’affetto, della trasgressione. Klimt, Toulouse-Lautrec, Hokusai, Bosch, Giotto, Bronzino, Rodin, Masson, Boccioni, Picabia, Picasso, Lichtenstein, Brancusi, Man Ray, Brassai e molti altri.
La rappresentazione del bacio ha sempre avuto un ruolo importante nell’arte e nella fotografia. Dagli amori di Eros e Psiche, di Venere e Adone e di Paolo e Francesca, ai miti orientali e alle interpretazioni contemporanee, l’autore ripercorre il tema anche dal punto di vista storico, sociale e religioso e ne trae un percorso visivo denso di parallelismi, rimandi e aneddoti poetici.da I baci di Zeus. Di tutti i seduttori dell’Olimpo, Zeus, l’assemblatore di nubi, fu probabilmente il più intraprendente e ricco di immaginazione. Ebbe tre mogli, l’ultima delle quali, Era, gelosa e vendicativa. Si unì con varie dee e ninfe, molte della quali legate a lui da parentela. Ebbe inoltre figli da decine di donne bellissime, perché non disdegnava di soddisfare i suoi imperiali piaceri sulla terra. Per raggiungere il suo scopo, quando l’aiuto di Eros non bastava, assumeva le sembianze più varie. Il travestimento gli permetteva di ingannare la preda ma anche di nascondersi dalla moglie. (…) spesso si trasformava in un animale, cavallo, formica, aquila reale, cigno immacolato, serpente, ma anche nube, pioggia d’oro…
Per i pittori e gli scultori, queste incongrue unioni rappresentavano una fonte d’ispirazione straordinaria: diedero spunto ad alcuni dei baci più incredibili della storia dell’arte occidentale e furono all’origine di molti capolavori. Il bacio che una nube fosca ruba a Io nel dipinto di Correggio (si trova a Vienna). Il braccio vaporoso del re degli dei, di cui si indovina a stento solo il viso, circonda la vita della giovane come una zampa d’orso (…) e la ninfa si schermisce, si protegge e soccombe, con le labbra socchiuse.

Che dire se vi suggerisco Il tuo bacio è come un rock di Adriano Celentano oltre che Baciami ancora di Jovanotti con cui ha vinto il David di Donatello 2010 come migliore canzone originale?  Buona lettura, visione e ascolto dunque…

Margherita Ruglioni

Suggestioni letterarie e non solo… ” Un titolo per il dopocena? Una poesia che ti graffia l’anima? Una lettura leggera, un saggio, un fumetto. Le frasi di un altro, che ti appartengono come fossero state dettate dal tuo pensiero. Leggere è viaggiare, è incontrare, è non essere mai solo. Leggere è vita.  Nella rubrica ti darò solo qualche suggerimento… sta a te poi scegliere e scoprire gli intrecci.Chi sono?Tosco-Veneta, lavoro nella casa dei libri. Abito in una casa stropicciata, tra carte, parole e colori.
Creativa e spontanea, organizzo eventi culturali in biblioteca a Mestre, sono anche pubblicista e mi occupo di comunicazione. Leggo, scrivo, viaggio, amo. Adoro il buon cibo, il mare, la luce.
Quando posso sorrido. Penso, sì, penso molto.

margherita.ruglioni@gmail.com

 

 

 

 

 

 

Mosaic'On Promotori d'Immagine
 

Categorie Notizie