Home » Alberti Day unisce Malamocco a New York.
Scoprire Venezia

Alberti Day unisce Malamocco a New York.

Alberti Day

Esiste una festa, il 2 giugno che viene celebrata ogni anno da molti italiani, è una festa che risale all’epoca della Serenissima e racconta una storia del 1635, che unisce Malamocco a New York.

Cristiano Capponi
Cristiano Capponi

Pietro Cesare Alberti “alias Mallemock” può essere considerato il Marco Polo di Malamocco il quale, invece di viaggiare ad oriente, va alla scoperta dell’occidente con molte differenze dall’originale, una su tutte quella di non aver più fatto ritorno a Venezia. Pietro figlio di Andrea Alberti, nato a Venezia battezzato nella chiesa di San Luca, vive ed abita a Malamocco per tutta la sua adolescenza a stretto contatto con i Dutch, gli olandesi, all’epoca alleati di Venezia contro il potere papale nella Guerra dei Trent’anni. Al nostro concittadino Malamocco e Venezia gli vanno strette e, sfruttando questi accordi politico-commerciali, appena può si trasferisce con gli “amici” olandesi prima ad Amsterdam e poi, dopo un viaggio in nave lungo quasi un anno , a New Amsterdam l’attuale New York. Il 2 giugno 1635 il suo piede tocca per la prima volta nella storia italiana la terra newyorchese. Si dará da fare, lavorerá sodo e con i risparmi in pochi anni acquisterá un appezzamento di terra dove oggi sorge Brooklyn. Si sposerá con Judith Magnee signora olandese che dará alla luce sette figli. Entrambi verranno assassinati nella Guerra del Pesco da una rappresaglia dei nativi Irochesi come vendetta dell’uccisione di una bimba indiana intenta a raccogliere una pesca dal suo albero ora confiscato dagli invasori. La dinastia degli Alberti viene portata avanti dai figli che vengono risparmiati dagli irochesi. Il cognome nel corso degli anni subisce delle modifiche dovute alla pronuncia inglese. Da Alberti si passa ad Albert, Alburtis, Burtis, De Burtis ecc… ma ogni anno, il 2 giugno, nel parco di Bowling Green a Manhattan, si riuniscono moltissimi di quei discendenti “malamocchini” per festeggiare il Primo Emigrato Italiano a New York all’Albert Day!

Cristiano Capponi

 

 

Mosaic'On Promotori d'Immagine
 

Categorie Notizie