Home » TOUR SUDAFRICA “WILDLIFE, WINE & DINE”
Enogastronomia I NOSTRI EVENTI

TOUR SUDAFRICA “WILDLIFE, WINE & DINE”

Veneziaeventi in collaborazione con EAGLES ROCK TOURS & SAFARIS vi porta in Namibia per un TOUR SUDAFRICA “WILDLIFE, WINE & DINE”.

Oltre ai paesaggi mozzafiato e allʹabbondante fauna selvatica, la Namibia offre ai viaggiatori un’esperienza culinaria unica di sapori racchiusi in unʹaffascinante miscela di piatti autoctoni e influenza europea. Per gli amanti della carne, la Namibia è la destinazione ideale, mentre gli amanti del pesce possono soddisfare il loro palato sulla costa. La carne prodotta nelle fattorie dellʹinterno, come il manzo, il montone e lʹagnello, è lʹalimento base per la maggior parte dei locali, assortimenti più esotici di carne di ungulati come lo Springbok, la zebra di montagna, lʹorice, il kudu, il facocero e lo alcelafo, per citarne solo alcuni, da sempre hanno trovato posto nella cucina tradizionale namibiana. Il biltong, strisce di carne speziata essiccata allʹaria, era il metodo di conservazione della carne nei vecchi tempi, e vanta una lunga tradizione. La carne di manzo è tra le migliori carni bovine al mondo, prodotta naturalmente e secondo i più alti standard.

“Italiani nel Mondo” Anna Botter incontra Rosanna Reboldi e Silvio Magri. Scopriamo insieme la Namibia.

La gastronomia sulla costa include ostriche coltivate localmente, che possono essere gustate tutto lʹanno, aragoste, cozze, vongole, squisiti Kingklip, naselli e Steenbras, pescati nelle ricche acque incontaminate della corrente di Benguela nellʹoceano Atlantico. Gli spettacolari tramonti namibiani sono spesso accompagnati dal tradizionale SUNDOWNER AFRICANO, un tramonto nel corso di un fotosafari è semplicemente un “happy hour africano” in cui ti siedi, cocktail in mano, e guardi il sole scivolare sotto lʹorizzonte del bush africano. Il tramonto è un momento di pace in Africa ed è anche il momento perfetto per rilassarsi, riflettere sugli eventi della giornata e assorbire lʹatmosfera dellʹAfrica mentre il giorno si trasforma nella notte.

È una classica tradizione di safari che risale ai tempi coloniali. Un rito del bere che segna il passaggio dal giorno alla sera, che ha avuto origine nel sud dell’Africa durante il dominio coloniale britannico.

Lo scopo della bevanda era duplice: per terminare la giornata in un luogo che si avvale dello spettacolare tramonto africano e, più in pratica, per allontanare la malaria con il chinino contenuto nellʹacqua tonica.

Poiché le origini erano in parte medicinali, la scelta del cocktail è stata semplice: utilizzare qualsiasi tipo di liquore per rendere lʹacqua tonica, un veicolo per il chinino amaro, più invogliante, e assicurarsi che abbia anche un buon sapore con il lime anti‐scorbuto (allora cʹerano abbastanza disturbi con cui fare i conti). Questo quindi significava whisky, o gin. Si dice che Winston Churchill una volta abbia proclamato: ʺIl Gin Tonic ha salvato più vite e menti inglesi di tutti i medici dellʹImperoʺ. Al termine del game drive pomeridiano, delle passeggiate o di altre attività, la guida ti condurrà in un luogo bellissimo e remoto. La guida o il Lodge che vi ospita hanno i loro luoghi prescelti per il tramonto e tutti si prestano per osservare trasformare il tramonto in un’esperienza memorabile. Potresti trovarti su una collina che domina la savana o vicino a una pozza dʹacqua a osservare la fauna selvatica venire per il loro ultimo drink della giornata. La maggior parte dei luoghi al tramonto offre anche opportunità di sessioni fotografiche memorabili.

Quasi come per magia, dal retro del veicolo appaiono sedie, un tavolo e un frigorifero ben fornito. La tua guida ti offrirà una vasta gamma di bevande, dal classico Gin & Tonic, alle birre locali e ai vini pregiati. Sono serviti anche spuntini leggeri tra cui noci, frutta secca e biltong (una carne essiccata a base di selvaggina).

Giorno 1‐2: WINDHOEK – NAANKUSE LODGE

Comprendendo la vivace capitale Windhoek, la Namibia centrale presenta una serie di città, deserti e riserve naturali. Il paesaggio di questa regione è caratterizzato da un altopiano disseminato di gruppi di acacie e praterie tra lʹarido deserto del Namib a ovest e il lussureggiante Kalahari a est. I visitatori possono osservare una grande varietà di fauna selvatica nelle riserve private, ed esplorare le aeree naturalistiche dell’Erongo Mountains con l’imponente massiccio dello Spitzkoppe, che offre alcune delle migliori opportunità di osservazione del cielo stellato namibiano. Allʹarrivo allʹaeroporto internazionale di Windhoek incontrerete la vostra guida che vi accompagnerà alla scoperta della Namibia per tutta la durata del viaggio. Trasferimento al Naankuse Lodge, che si trova a soli 45 km dallʹaeroporto. Naankuse lodge, offre una splendida sosta nella savana africana. Situato a soli trenta minuti dallʹaeroporto internazionale di Windhoek, è immerso nello straordinario bush africano. Offre svariate attività, tra cui il Carnivore Feeding Tours e Cheetah Up Close. Naankuse Lodge ha sei lussuosi chalet, una tranquilla zona pranzo con vista mozzafiato, bar e piscina. Ci sono anche cinque ville splendidamente arredate.

Il Naankuse Foundation Wildlife Sanctuary, nato come un piccolo santuario della fauna selvatica immerso nella boscaglia namibiana, è diventato unʹorganizzazione di fama mondiale. Offre un rifugio sicuro agli innumerevoli animali feriti e orfani; laddove possibile si prefigge l’obiettivo di rilasciare gli animali in libertà.

Carnivore Feeding Tour: Alimentazione dei carnivori, unʹesperienza memorabile, durante la quale i visitatori hanno lʹopportunità di osservare il processo di alimentazione dei leoni, leopardi, cani selvatici, babbuini, caracal e ghepardi che vivono nel santuario. 

Giorno 2‐4: PARCO NAZIONALE D’ETOSHA – MOKUTI LODGE

Parco Nazionale Etosha: Situato nel nord‐ovest della Namibia, il Parco Nazionale Etosha offre unʹesperienza di fotosafari di primʹordine. La diversa vegetazione del parco varia da una fitta boscaglia a pianure aperte che attraggono una varietà di animali selvatici. Nel cuore del parco si trova lʹEtosha Pan ‐ una depressione poco profonda che copre unʹarea di 5000 chilometri quadrati. Asciutto e scintillante per la maggior parte dellʹanno, il pan si riempie dʹacqua dopo le piogge stagionali, rendendolo lʹhabitat perfetto per la fauna selvatica. Nella stagione secca, la fauna selvatica è attratta dalle sorgenti perenni e dalle pozze dʹacqua che consentono memorabili fotosafari. Offre l’opportunità di osservare una varietà di grandi mammiferi come il leone, lʹelefante, il leopardo, il rinoceronte, la zebra, la giraffa, una diversità di uccelli come fenicotteri e pellicani. Dopo colazione, partenza in direzione nord, si raggiunge il Mokuti Etosha Lodge nel primo pomeriggio, segue un fotosafari nel Parco, che durerà fino al tramonto. La cena vi sorprenderà con un ricco buffet, dove potrete scegliere tra un assortimento di carni namibiane tra cui manzo e selvaggina. Il giorno successivo, dopo colazione l’intera giornata sarà dedicata al fotosafari nell’Etosha National Park con il proprio veicolo. Se lo desiderate, avrete lʹopportunità di partecipare a fotosafari in veicoli aperti offerti dal lodge.

Con una selezione di bar e ristoranti, il Mokuti Etosha Lodge soddisfa il viaggiatore più esigente, dalla cucina raffinata al romanticismo dei pasti allʹaperto. Situato su una terrazza che si affaccia sugli splendidi giardini, il ristorante Tambuti offre una ricca selezione di piatti invitanti, mentre il ristorante Boma è specializzato in grigliate allʹaperto e Potjie tradizionali. Gli aperitivi possono essere centellinati al Marula Bar, e il Pool Bar offre una selezione di pasti leggeri e bevande servite a bordo piscina.

Gli ospiti possono concedersi trattamenti di bellezza e terapie nella spa o allenarsi nel centro fitness o sui campi da tennis. Le attività offerte includono safari, passeggiate nella savana e visite al parco dei rettili. Il lodge ha 90 camere e 16 camere di lusso. Rinnovate di recente, sono tutte dotate di aria condizionata, TV satellitare, mini‐frigo, cassaforte, Wi‐Fi gratuito, bollitore per tè e caffè e bagno in camera.

Cena al Boma Africano: LʹAfrican Boma è un tradizionale kraal (recinto per animali) con un grande fuoco falò nel centro e un Braai (area barbecue) dove goderti una cena tradizionale namibiana accompagnata da una scelta di splendidi vini sudafricani. 

Giorno 4‐5: PARCO NAZIONALE D’ETOSHA – TALENI ETOSHA VILLAGE

Dopo colazione l’intera giornata è dedicata al fotosafari, si attraversa il parco fino a raggiungere Okaukuejo dove si esce dalla riserva. Pernottamento al Taleni Etosha Village, situato a soli 2 km dal cancello dʹingresso Andersson, del Parco Nazionale Etosha. Le 45 suite sono climatizzate, dotate di servizi privati e di un patio per godere della bellezza della natura circostante. I servizi comuni, includono un bar, area televisione a grande schermo, due piscine più una piscina per bambini, un ristorante che serve una cucina squisita e un negozio di artigianato locale.

LʹEtosha Village è ben noto per la sua cucina, definita da molti ospiti, fra le migliori cene a buffet in Namibia! Puoi iniziare la giornata con una deliziosa colazione a buffet con unʹampia selezione di prelibatezze. Lʹapprezzata cena a buffet vi lascerà lʹimbarazzo della scelta tra insalate, contorni, carne alla griglia, tutto preparato fresco e davanti agli ospiti! Per finire, ci sono una vasta gamma di dessert, e un assortimento di formaggi e biscotti.

Giorno 5‐6: DAMARALAND – TWYFELFONTEIN COUNTRY LODGE

Questo vasto paesaggio desertico è conosciuto come una delle più belle regioni della Namibia. Vasto, e di una bellezza selvaggia, il Damaraland è un paesaggio eccezionalmente scenografico con pianure aperte, antiche valli e spettacolari formazioni rocciose. Le maggiori attrazioni sono i massicci dello Spitzkoppe, e del Brandberg, Twyfelfontein, Vingerklip e la foresta pietrificata. I visitatori possono ammirare paesaggi mozzafiato, avvistare il raro elefante adattato al deserto e godersi la spettacolare osservazione delle stelle nei cieli notturni cristallini da uno dei numerosi campi safari che punteggiano il Damaraland. Altre attività popolari sono: escursioni guidate, passeggiate nella natura e visite alle comunità locali. Non perdete lʹopportunità di vedere lʹantica arte rupestre del Damaraland, famosa in tutto il mondo.

La destinazione di oggi è Twyfelfontein Lodge, annidato lungo il fianco della montagna, il lodge si fonde con lʹambiente circostante. Costruito con pietra naturale, colori accuratamente selezionati e tettidi paglia, il suo design forma un tutt’uno con le formazioni rocciose di arenaria creando un impatto visivo minimo in questo spettacolare paesaggio. Dichiarato patrimonio mondiale dellʹUNESCO, Twyfelfontein nel Damaraland ospita una delle più grandi collezioni d’incisioni rupestri dellʹAfrica meridionale. Non solo i Khoi‐San e le tribù degli anni antichi ci hanno lasciato un vero patrimonio culturale, ma lʹintera area è caratterizzata da meraviglie naturali come il Doros Crater, la Montagna Bruciata, le Canne d‘Organo, la Foresta Pietrificata e animali adattati al deserto, di cui lʹelefante del deserto è probabilmente la specie più conosciuta. Arrivo al Twyfelfontein Country Lodge nel primo pomeriggio, check‐in, e breve siesta prima di partecipare ad unʹescursione naturalistica alla ricerca dei famosi elefanti del deserto che vagano nelle valli e nei letti dei fiumi asciutti.

Ephemeral (dry) river drive: Escursione in vettura 4×4 scoperta nel letto del fiume asciutto Aba‐Huab. Lasciatevi incantare dalla ricca vegetazione; e dalla possibilità di incontrare elefanti adattati al deserto, si possono avvistare rapaci, antilopi. Osservare i cerchi di fate, le piante Welwitschia Mirabilis e interessanti formazioni geologiche. Il viaggio di rientro si svolge attraverso la savana, piccole dune, il letto di un fiume secco e interessanti formazioni geologiche. Una sosta a Welwitschia Hill consente agli ospiti di scendere dal veicolo e godere un bellissimo tramonto in un ambiente naturale incontaminato, osservando il sole che tramonta sopra la savana e le montagne in lontananza. Questa è lʹAfrica al suo meglio. Dopo il tramonto, rientro al lodge per rinfrescarsi e godersi una deliziosa cena a buffet.

Giorno 6‐8: SWAKOPMUND – CASA AL MARE GUESTHOUSE

Dopo colazione, partenza in direzione Swakopmund affacciata sullʹoceano Atlantico e circondata da dune del deserto, è anche la capitale dellʹavventura e la strada di accesso al vicino deserto del Namib e alla Skeleton Coast; nota per i suoi ampi viali e lʹarchitettura coloniale.

Fondata nel 1892 come porto principale per lʹAfrica del Sud Ovest tedesca, Swakopmund è spesso descritta come più tedesca della Germania. Ora Swakopmund è una città balneare, la capitale dellʹarea turistica della Skeleton Coast e ha molto da offrire ai visitatori. Lʹeccentrico mix d’influenze tedesche e namibiane, la possibilità di prendere parte ad avventurose attività all’aria aperta, lʹatmosfera rilassata e la fresca brezza marina la rende una destinazione balneare molto popolare.

Il giorno successivo avrete la possibilità scegliere fa le varie attività:

 Kayak nella laguna di Walvis Bay, circondandoti da otarie e delfini, crociera nella baia di Walvis Bay

 escursione in 4×4 a Sandwich Harbour

 sand boarding

 quad bike

 deltaplano

 cammello

 equitazione

 Per chi è interessato allʹecologia, lʹescursione Living Desert offre unʹaffascinante visione dellʹecosistema del deserto

 Per gli appassionati di aeronautica ci sono voli panoramici, per sorvolare Sossusvlei e il deserto del Namib meridionale, sorvoli sulla Skeleton Coast, ascese in mongolfiera

 Per i più sportivi cʹè il paracadutismo in tandem sopra il deserto costiero

Cena prevista, in uno dei tanti ristoranti raffinati per dei superbi piatti di pesce.

Casa al Mare

La vera ospitalità sulla costa occidentale ha ora un nome: Casa Al Mare. Questa piccola ma esclusiva guesthouse a soli due minuti dalla spiaggia offre un caldo e appassionato benvenuto al viaggiatore stanco che vuole riposare dopo un lungo viaggio sotto il sole cocente attraverso i grandi spazi aridi del deserto del Namib. E qui, dove il deserto incontra lʹoceano, due cuori si sono uniti per offrire ai loro ospiti qualcosa di veramente speciale: Un’impareggiabile squisita e preziosa ospitalità namibiana ‐ italiana.

La guesthouse, offre cinque camere da letto fronte mare con TV satellitare, una luminosa area comune con vista mare e un ristorante per la colazione che su richiesta offre cene gourmet.

Giorno 8‐10: DESERTO DEL NAMIB – WE KEBI SAFARI LODGE

Il deserto del Namib, definito il deserto più antico del mondo, e sebbene si estenda lungo tutta la costa della Namibia fino allʹAngola meridionale e persino alla provincia settentrionale del Capo del Sudafrica, il Namib si riferisce comunemente al vasto mare di sabbia che si estende da Lüderitz a Swakopmund. Questa vasta distesa di un deserto sabbioso incredibilmente bello presenta paesaggi straordinariamente vari tra cui, le enormi dune rosse del famoso Sossusvlei, i paesaggi lunari del Parco Namib‐Naukluft, la bellezza della costa atlantica e una diversità di fauna e flora. Questo paesaggio antico e spazzato dal vento pullula di fauna selvatica adattata al deserto come camaleonti endemici, iene, orici, sciacalli e otarie lungo la costa e una varietà di piante tra cui la famosa pianta Welwitschia, un fossile vivente unico. Altri punti salienti del Namib includono: Fish River Canyon, la città fantasma olmanskop, Lüderitz, la colonia di otarie di Cape Cross e Skeleton Coast.

Dopo colazione partenza in direzione del Namib Desert, lungo il tragitto sosta per visitare il Moon Landscape, e le piante Welwitschia. Attraversiamo la vasta distesa del deserto di ghiaia, scendiamo e risaliamo i canyon Kuiseb e Gaub prima di raggiungere il Rostock Ritz Desert Lodge per il pranzo, Dopo pranzo procediamo verso Solitaire per assaggiare una fetta della torta di mele appena sfornata dalla pasticceria Moose Mc Gregor che ha reso Solitaire famosa oltre i confini del paese, raggiungiamo il We Kebi Safari Lodge in prima serata.

Le cene offerte al We Kebi Safari Lodge sono unʹaltra esperienza culinaria, con verdure organiche del proprio giardino, pane fresco fatto in casa e carne di animali ruspanti grigliata alla perfezione. Dopo cena ci sediamo intorno a un fuoco a osservare il meraviglioso cielo dellʹemisfero Australe. Il giorno successivo, partenza di primo mattino in direzione di Sossusvlei, per osservare il sorgere del sole tra le dune. Scaliamo la Duna 45, camminiamo fino a Dead Vlei, dove antichi alberi morti formano un netto contrasto con lo sfondo delle dune rosse, il fondo bianco del lago e il cielo blu chiaro del deserto. Sulla via del ritorno visitiamo il Sesriem Canyon, una gola profonda 36 metri scavata nel conglomerato calcareo circostante dal fiume Tsauchab milioni di anni fa.

Rientro al lodge per pranzo, nel pomeriggio seguirà unʹescursione in 4×4 scoperta nella riserva naturale del lodge.

Nella lingua quasi dimenticata dei Boscimani San, We Kebi significa “invito”. Per rimanere fedeli alla tradizione del popolo San del deserto, che ha vagato nelle pianure e nelle montagne che circondano We Kebi per migliaia di anni. La solitudine, lo splendido paesaggio desertico, e la tranquillità del We Kebi Safari Lodge, offrono un’esperienza memorabile. Ognuno dei lussuosi chalet con bagno privato offre una vista ininterrotta a 180 gradi del paesaggio circostante.

Duna 45: Chiamata così per la sua posizione a 45 chilometri dall’ingresso del parco, Dune 45 è rinomata per la sua forma elegante, che, insieme alla sua posizione vicino alla strada ‐ le ha fatto guadagnare la distinzione di ʺduna più fotografata del mondoʺ. Se non vuoi affrontare la faticosa escursione fino alla cima di Big Daddy, la Dune 45 è una scelta più facile, con i suoi 80 metri di altezza e una pendenza molto più dolce.

Dead Vlei: Questa antica conca di argilla in passato unʹoasi, costellata di acacie e alimentata da un fiume che improvvisamente cambiò corso, facendo si, che la terra si essiccasse insieme agli alberi. Le condizioni climatiche erano così aride da impedire agli alberi di decomporsi, essiccandosi, facendo si così che oggi, 900 anni dopo, si ergono come sentinelle disseccate e annerite che punteggiano il Vlei. Circondati dalle dune rosso rosa del deserto della Namibia, creano uno spettacolo surreale, il sogno di ogni fotografo.

Sossusvlei ‐ Le dune rosse: Questo magnifico deserto di vaste dune di sabbia color ruggine, bacini di argilla e foreste pietrificate si trova nel Namib‐Naukluft Park. Formatesi nel corso di innumerevoli secoli, alcune delle dune misurano fino a 300 metri di altezza e sono tra le più alte al mondo. Nel raro caso di una stagione delle piogge particolarmente abbondanti, il ʹvleiʹ ‐ che significa palude o zona umida ‐ di Sossusvlei si riempie dʹacqua, e la sua superficie scintillante forma un bellissimo contrasto con le dune rossastre.

Canyon di Sesriem: Sesriem Canyon, una profonda voragine scavata attraverso le rocce dallʹacqua, è una caratteristica naturale della zona che è meglio esplorare a piedi. Pareti pietrose si alzano bruscamente su entrambi i lati del canyon, mentre gli uccelli si appollaiano nelle sue falesie e le lucertole sfrecciano lungo le sporgenze. Il nome del canyon è stato coniato quando i primi coloni lo usavano come fonte dʹacqua, utilizzando sei lunghezze di redini (ʹses riem ‐ sei cinghie) legate insieme, per consentire di calare i secchi nellʹacqua alla base del canyon.

Giorno 10‐11: DESERTO DEL KALAHARI – ZEBRA KALAHARI LODGE

Diffuso in Botswana, Sudafrica e Namibia, il Kalahari che significa ʹla grande seteʹ è un deserto di straordinaria bellezza. Il paesaggio è caratterizzato da una vasta savana sabbiosa semi‐arida drappeggiata su un mare di sabbia che copre la maggior parte del Botswana, della Namibia e del Sudafrica. È anche lʹultimo baluardo del popolo indigeno San, essendo stato allontanato dai vasti territori e altre aree che un tempo percorreva. La parte namibiana è costituita da dune rosse coperte da unʹerba sottile, per lo più dorata, punteggiata da alberi di acacia e da una fauna selvatica che comprende orici, impala, sciacalli e ghepardi.

 

Lʹultimo giorno dell’avventura in Namibia ci dirigiamo verso il deserto del Kalahari, che raggiungeremo nel primo pomeriggio. Check‐in allo Zebra Kalahari Lodge, breve riposo, prima di partecipare ad un fotosafari nella la riserva privata del lodge. Al tramonto sosta per osservare il sole scomparire allʹorizzonte occidentale, seduti sulla cima di una duna, con un buon bicchiere di vino e degli snack. Si rientra al lodge per la cena, dopo la quale ci sediamo intorno al fuoco per osservare lo splendido cielo stellato africano sopra di noi.

L’Intu Afrika Kalahari Private Game Reserve è un santuario della fauna selvatica di 10.000 ettari situato nella regione sud‐occidentale del Kalahari, lungo il corso superiore del sistema fluviale Auob della Namibia. La riserva è caratterizzata da alte e antiche dune rosse parallele ricoperte da una vegetazione unica. Lo Zebra Kalahari Lodge accogliere gli ospiti in camere a due letti collegate allʹedificio principale del lodge. Ogni camera climatizzata, con bagno privato, dotata di tutti i comfort moderni, è arredata con unʹelegante semplicità che ricorda unʹepoca passata. Gli ospiti possono esplorare il Kalahari in veicoli 4×4 aperti, fare passeggiate guidate con ranger boscimani e guide addestrate, rilassarsi intorno alla piscina o nella raffinata lounge con vista sulla pozza dʹacqua dove vengono ad abbeverarsi gli animali. La riserva ospita zebre, orici, gnu, springbuck, waterbuck, kudu, blesbok, tsessebe, eland, struzzi, giraffe e molte specie di uccelli interessanti da scoprire. Le guide sono molto competenti e condividono con zelo la loro passione per gli animali, le piante e la zona. Il giorno successivo, dopo colazione, trasferimento in aeroporto, per il volo di linea per città del capo in Sud Africa.

Giorno 11‐13: CAPE TOWN – PARKER COTTAGE

Adagiata alla confluenza degli oceani Indiano e Atlantico, situata tra le pendici dellʹiconica Table Mountain e le scintillanti acque color zaffiro della Table Bay, sorge la città eccezionalmente panoramica di Città del Capo. Alcune città vantano una ricca cultura, una vibrante vita notturna, unʹatmosfera cosmopolita e unʹarchitettura straordinaria, mentre altre vantano paesaggi mozzafiato e straordinarie meraviglie naturali. Città del Capo ha la fortuna di essere benedetta da tutte queste attrazioni e molto di più. Con il suo vivace porto, le sue splendide spiagge, i suoi rinomati vigneti e i suoi dintorni montuosi ricchi di flora e fauna , Città del Capo cattura il cuore di tutti coloro che la visitano.

Al termine del viaggio in Namibia, si parte con volo di linea per Città del Capo. Una volta giunti a destinazione, dopo il check‐in, esploriamo il Victoria & Alfred Waterfront al porto della città. La cena sarà poi servita nel ristorante Jonkershuis nella più antica e prestigiosa tenuta vinicola del Sudafrica, Groot Constantia.

Il giorno successivo esploreremo la città e la Penisola del Capo attraversando i sobborghi di Muizenberg, Fish Hoek e Simonstown, fino a Cape Point per osservare il luogo dove lʹAtlantico e lʹOceano Indiano si incontrano. Nel pomeriggio e sulla via del ritorno visitiamo il vasto giardino botanico Kirstenbosch prima di tornare alla nostra guesthouse e prepararci per la cena, al Bo‐Kaap Kombuis, un autentico ristorante Cape Malay che incarna la cultura, la bellezza e lʹunicità della zona. Pernottamento al Parker Cottage, un rifugio urbano nel cuore creativo di Cape Town; che fonde armoniosamente semplicità, comfort e servizio di prima classe.

Il sud dell’Africa e il vino ‐ La storia della viticoltura in Sud Africa ‐ I vitigni Del Sud Africa ‐ Le zone di produzione

del vino in Sud Africa. V’invitiamo ad approfondire l’argomento visitando il sito:

https://www.quattrocalici.it/conoscere‐il‐vino/sudafrica/

https://www.club‐del‐vino.com/it/vini‐mondo‐sudafrica‐astro‐nascente‐panorama‐vinicolo/

Giorno 13‐14: STELLENBOSCH – STELLENBOSCH HOTEL

A soli 35 minuti di auto da Cape Town, Stellenbosch, con le sue 60 tenute vinicole, è considerata la capitale per eccellenza del vino sudafricano. La sua prima Strada del Vino fu inaugurata nel 1971 e si snoda all’interno di una bellissima valle particolarmente adatta alla coltivazione della vite. Un mix di architettura storica, vita studentesca, delizie epicuree e viali di quercia, Stellenbosch è una pittoresca città universitaria circondata da montagne e vigneti. Un tour a piedi del centro della città permette ai visitatori di ammirare la sua architettura Capo‐ olandese e vittoriana splendidamente conservata, così come le numerose gallerie dʹarte, i negozi di artigianato, le boutique di abbigliamento e i negozi di souvenir, mentre i buongustai potrebbero preferire indulgere una cucina gustosa e degustazione di vini pregiati in uno dei ristoranti chic o nei bistrot.

Oggi ci lasciamo alle spalle Cape Town per proseguire in direzione di Stellenbosch, dopo aver fatto il checkin allʹHotel Stellenbosch, seguirà una passeggiata nel centro storico della città, seguirà la visita alle migliori cantine con degustazione vini. Il pranzo sarà un Picnic Gourmet, nella tenuta dell’azienda Spier, in puro stile inglese, con cestini pieni di delizie gastronomiche locali, accompagnato da un’ottima bottiglia di vino.Lo Stellenbosch Hotel è un hotel di 43 camere, lʹhotel fu costruito su un terreno concesso dal governatore Simon van der Stel tra il 1692 e il 1701. Lʹedificio è stato restaurato nel 1987 ed è stato dichiarato monumento nazionale. Lʹhotel 3 stelle TGCSA è strategicamente situato nel cuore della bella e storica città di Stellenbosch.

Musei, gallerie dʹarte e negozi di curiosità sono tutti raggiungibili a piedi.

L’azienda vinicola Spier, una fattoria eticamente, ambientalmente e socialmente molto attiva delle Cape Winelands, con una storia registrata che risale a più di 300 anni, oggi è un’azienda a conduzione familiare incentrata su buon cibo, vino, ospitalità e arte.

Lʹazienda è composta di un hotel da 153 camere, un centro conferenze, ristoranti, azienda vinicola e attività agricole, La fattoria Spier si estende per 620 ettari, di proprietà della famiglia dal 1993, che negli anni ha restaurato la tenuta storica e tutti i terreni agricoli adiacenti sono stati restaurati, conservati e riabilitati, a mostrazione dell’impegno per onorare il patrimonio ambientale della fattoria e preservare le biodiversità pur essendo consapevoli delle sfide dello sviluppo socio‐economico della regione.

Giorno 14‐15: CAPE WINELANDS – FRANSCHHOEK – CAPE VUE COUNTRY HOUSE

Situata ai piedi delle Boland Mountains, Cape Winelands è rinomata per la produzione di alcuni dei migliori vini del mondo. Il paesaggio di una bellezza mozzafiato vanta incredibili scenari di montagna e numerose fattorie vinicole di lusso con vigneti che si estendono attraverso valli fertili e lussureggianti. I visitatori possono svolgere una varietà di attività, tra cui: esplorare piccoli borghi storici e città che punteggiano la campagna, degustare una vasta selezione di vini di classe mondiale in una storiche fattorie olandese del Capo e in molte altre aziende vinicole, e godersi una rete di sentieri escursionistici e ciclabili che attraversano il paesaggio pittoresco. Mentre il vino è senza dubbio il punto forte della regione, i visitatori possono anche godersi un pranzi gourmet in alcuni dei migliori ristoranti del paese che offrono ottimi abbinamenti di cibo e vino.

Questa giornata è dedicata allʹesplorazione delle terre del vino, alla visita di alcune tenute vinicole e di Franschhoeke al suo famoso museo degli ugonotti.

Franschhoek vanta alcuni dei ʹTop 100ʹ ristoranti del Sudafrica ed è diventata nota come la capitale culinaria del paese, fornendo ai visitatori unʹesperienza culinaria memorabile. I migliori chef creano offrono piatti che variano, dalla cucina allʹavanguardia ai pasti leggeri ed eleganti, usando solo i prodotti locali più freschi abbinati ai superbi vini locali. Franschhoek è anche un membro della rete Délice delle città del buon cibo del mondo. Délice è una rete internazionale di città simili impegnate a promuovere i benefici dellʹeccellenza culinaria e del buon cibo. Franschhoek ha ottenuto lʹadesione a questa prestigiosa rete nellʹottobre 2014, ed è lʹunico membro dellʹemisfero meridionale. Circondato dalle belle e maestose montagne di Franschhoek, Cape Vue Country House (precedentemente noto come Cape Vineyard Guest‐House) è a soli 90 km da Cape Town. Questa affascinante Country House è situata in un vigneto di fronte al Monumento degli Ugonotti ed è a soli cinque minuti a piedi dal villaggio. Ha sei camere, ognuna con il proprio bagno, ingressi privati e accesso a patii o verande. La Country House dispone di aree comuni, e di una grande piscina. Tutte le camere hanno 43 ʺFlat HD TV con canali satellitari ‐ un certo numero di film e canali sportivi. 

Haute Cabrière si trova sul passo di montagna Franschhoek, con vista sulla bellissima Franschhoek Wine Valley, ed è veramente qualcosa di straordinario. Una ricca storia, un ambiente stravagante, un approccio seducente al vino e un proprietario enigmatico assicurano un’ affascinante eperinza per i visitatore. Produttrice del noto vino Pierre Jourdan stile di spumante Méthode Cap Classique che fa parte del DNA di Haute Cabrière ed è stata la prima gamma mai prodotta dall’azienda. Prende il nome da un ugonotto francese che fondò la fattoria Cabrière nel 1694, la gamma Pierre Jourdan è una celebrazione del famoso Cap Classiques e della storia di Franschhoek. Creata per essere fresca e facile da bere, una bottiglia di Pierre Jourdan è lʹaggiunta perfetta per godersi dove si creano i ricordi.

Tenuta vinicola Fairview: Una delle fermate più popolari lungo la strada del vino di Paarl, Fairview è più di una semplice azienda vinicola ‐ è anche famosa per la sua gamma di formaggi di mucca e capra, che hanno vinto numerosi premi e sono distribuiti in tutto il paese. Una gamma di prodotti locali può essere acquistata direttamente dalla fattoria ‐ formaggio e olio dʹoliva dalla gastronomia, pane fresco dal forno e vino dalla cantina. O se preferite cenare allʹinterno, potete seguire una degustazione di vini con un pasto mediterraneo nel ristorante Goatshed della fattoria.

Video https://www.youtube.com/watch?v=zUT12VcLfFM 

Giorno 15: CAPE TOWN AEROPORTO

Purtroppo tutte le cose belle devono finire e così oggi si parte per lʹaeroporto e il volo di ritorno in Italia.

Fine dei servizi.

Coloro che lo desiderano, aggiungendo altri 3 giorni, possono visitare le cascate Victoria in Zimbabwe, con volo di linea, per poi rientrare in Italia dalle cascate.

Le cascate Victoria, nel loro massimo splendore. L’1 ° aprile 2020, le Cascate Vittoria hanno registrato un volume sbalorditivo di 3817 m3, si tratta di 38 cm sopra la media degli ultimi 3 anni. 

LINK VIAGGIO https://wetu.com/Itinerary/Landing/010d659e-8de3-4d58-866f-3ea3d9110412

Per informazione sul viaggio e preventivi :info@veneziaeventi.com
Mob. +39 347 4447717
www.veneziaeventi.com

 

 

 

 

Mosaic'On Promotori d'Immagine
 

Categorie Notizie