Home » Festival Triveneto del Baccalà Trofeo Tagliapietra si parte da Cortina
Varie

Festival Triveneto del Baccalà Trofeo Tagliapietra si parte da Cortina

Chef Franco Favaretto, Sindaco Vaeroy, Ermanno Tagliapietra

Per i cuochi dei 25 ristoranti che sono stati selezionati per l’ottava edizione del Festival Triveneto del Baccalà – Trofeo Tagliapietra, il compito in cucina sarà quello di preparare non più un piatto ma tre. Sempre escludendo le ricette classiche della tradizione, come vuole il regolamento fin dall’inizio della competizione, i cuochi dovranno infatti realizzare un antipasto, un primo e un secondo. Due con lo stoccafisso e uno con baccalà salato. Una novità voluta dal comitato organizzatore per stimolare a maggior foga le fantasie creative degli chef che in questa disfida non si giocano solo la gloria ma anche il ruolo di moderni interpreti di un cibo che viaggia dalle Lofoten all’Italia e all’intera Europa fin da quando il veneziano messer Querini non ne divenne l’ambasciatore per eccellenza. Un antesignano dei Tagliapietra che qualche secolo più tardi, sembrano averne ereditato il ruolo, diventando a loro volta tra i più noti importatori del Nord Italia con l’ambizione di portare il baccalà non solo in tutti i blasonati ristoranti del Nordest ma “ insegnare” alla gioventù di oggi quanto e quale sia il valore nutrizionale e la versalità organolettica che il Gadus Morhua, popolarmente noto come baccalà o stoccafisso, sa offrire con un pizzico di fantasia in cucina. La stessa che sarà richiesta ai ristoranti che trovate cliccando il link e inizia già domenica 3 settembre con la prima delle serate in quel di Cortina d’Ampezzo. Va ricordato che alla conferenza stampa erano presenti: Ettore Bonalberti, presidente onorario e ideatore del Festival, Luca Padovani, presidente del comitato organizzatore, Franco Favaretto, chef e patron del Baccalà Divino di Mestre ma in sala come coordinatore della giuria tecnica, Ermanno Taglipietra, titolare della Tagliapietra e Figli , Daniele Tagliapietra , amministratore delegato dell tagliapietra &Figli, Martino Scarpa dell’Osteria ai Do Campanili ( Cavvallino Treporti ) vincitore della passata edizionne, Giovanni e Narciso Bacchin dell’autostazione ci Cittadella vincitori del Baccalando, manifestazione collaterale dedicata a cocktail e cicchetti ispirati dal baccalà e, infine il Dagfinn Arntsen, sindaco di Vaeroy, isola dell’arcipelago delle Lofoten, dove si pesca il generoso pesce, gemellata con Venezia. In sala numerosi giornalisti e i rappresentanti delle diverse Confraternite, fra tutte quelle del Baccalà Mantecato e del Bacalà alla Vicentina.

di Mario Stramazzo

http://www.festivaldelbaccala.it/programma/

Mosaic'On Promotori d'Immagine
 

Add Comment

Click here to post a comment

Categorie Notizie