Home » Cannelloni ripieni di Asparagi con petali di fiore
Odissea nelle Spezie

Cannelloni ripieni di Asparagi con petali di fiore

asparagi_verdi

Quando non smette di piovere rinneghi il fine settimana. Se si ha un impegno culinario, con un tempo da brughiera adatto ai mastini di Baskerville c’è poco da fare: inganni il tempo con una ricetta beffardamente primaverile mentre la radio trasmette una vecchia canzone…

Voglia di stringersi e poi vino bianco, fiori e vecchie canzoni e si rideva di noi che imbroglio era maledetta primavera… Si aspetta la fine dell’inverno per annusare i mughetti di maggio e invece… però Nicoletta li ha raccolti, i mughetti… e li ha portati come un bouquet… menomale perché la casa odorava di pioggia e melanconia…

“CANNELLONI RIPIENI DI ASPARAGI CON PETALI DI FIORE”

flavio-pedrotti

COSA SERVE

Per la pasta: 125 gr di farina, 300ml di acqua, 3 cucchiai di Maizena.
Per il ripieno: 400 gr di asparagi verdi, 50 gr di trentingrana (o parmigano), 50 gr formaggio caprino fresco, 1 scalogno, sale, pepe.
Vinaigrette: 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva, 3 cucchiai di aceto balsamico, 3 cucchiai di succo di limone, sale e pepe.
Per decorare: insalatina di campo, fiori edibili.

COME FARE

Ho setacciato in una ciotola la farina e la maizena, ho aggiunto due pizzichi di sale e l’acqua a filo, ho mescolato fino ad ottenere una pastella senza grumi e l’ho lasciata riposare per almeno mezz’ora. Nel frattempo ho pelato gli asparagi, li ho tagliati a rondelle molto sottili, e li ho fatti rosolare con lo scalogno sminuzzato. Ho salato, pepato, aggiunto il formaggio grattugiato e lasciato raffreddare.

Ho poi riscaldato una padellina antiaderente unta con poco olio d’arachide, ho rimescolato la pastella e ne ho versato un mestolo formando delle crepes molto sottili, quasi trasparenti. Le ho spennellate con il burro fuso, le ho riempite con gli asparagi e ho aggiunto il formaggio caprino a cubetti.

Ho quindi arrotolato, spennellato di nuovo con il burro fuso e li ho rosolati sulla griglia 4’ per parte. Li ho serviti sul bouquet d’insalata e fiori edibili (a scelta tra garofano, gelsomino, geranio, sambuco, iris, girasole, margherita, dalie, petunie, violette, rose, glicine, malva, dente di leone, fiori delle erbe aromatiche, fiori di arancio e pesco…).

Ho  infine condito con un po’ di vinaigrette all’aceto balsamico (ho sciolto un pizzico di sale nel succo di limone, ho unito l’olio, il pepe e l’aceto balsamico e ho sbattuto con una frusta, in modo da amalgamare tutti gli ingredienti). Prima di versare il vino ho aspettato che Nicoletta aggiustasse i mughetti nel vaso…

ABBINAMENTO

La persistenza gusto-olfattiva del cibo – come si sa – deve accostare l’intensità gusto-olfattiva del vino così che la speziatura e l’aromaticità dell’uno sposa la persistenza aromatica intensa dell’altro. Questa ricetta fonde la delicatezza dell’asparago con l’aroma morbido di un vino bianco fermo. Nicoletta inspiegabilmente imbronciata mi indica con un cenno rapido dello sguardo il Falkenstein, un Sauvignon Südtirol della Vinschgau (Val Venosta) Doc che avevo posto vicino ad altri vini. Così l’ho aperto senza fiatare.

Un vino sorprendente, da un piccolo vigneto nel comune di Naturns, ad ovest di Meran tenuto in botte grande per 10 mesi, un colore verdolino e aromi quasi agrumati. Acidulo e succoso, di buon corpo ha omaggiato i cannelloni. Nicoletta giurava di sentire sambuco, aneto e note di frutta esotica. Non ho avuto il coraggio di confutare. Ci sono momenti in cui meglio sorvolare…

Flavio Pedrotti Moser

Flavio Pedrotti Moser
Flavio Pedrotti Moser

La mia Rubrica è : ” Odissea nelle Spezie ” ! Siamo tutti diventati navigatori nello spazio culinario, alla ricerca di ricette per languori sempre più esigenti.
Io ne ho provate di ricette, fusioni che molti cuochi non potrebbero immaginare, cibi e vini da convivio in fiamme al largo dei bastioni di Origano e ho visto microonde balenare nel buio vicino alle porte della cantina. Ecco dunque proporvi ricette trovate nelle sinuosità più oscure della esperienza enogastronomica…

Chi sono :

Trentino, si laurea a Bologna in Pedagogia con indirizzo Arte Musica e Spettacolo. Programmista regista della Rai cura e realizza servizi radiofonici e televisivi con particolare attenzione per la cultura e per eventi e manifestazioni dell’enogastronomia. Crea diversi documentari con escursioni nelle ricette regionali e per Linea Verde e Uno Mattina realizza numerosi servizi televisivi. Pubblica per la Demetra-Giunti due libri di cucina sperimentando e rivisitando ricette e abbinamenti.

e-mail : fp.rai.tv@gmail.com

https://www.facebook.com/coverwine/

 

 

Baccarando
Mosaic'On Promotori d'Immagine
 

Categorie Notizie

  • venebimbi.jpg